Cultura zapoteca – Una delle civiltà più importanti del Messico

Molti specialisti ritengono che oggi la civiltà zapoteca sia ancora una vera e propria incognita, ma lo è stata ed è molto importante per la storia del Messico. Nel periodo precolombiano è stata una delle più grandi civiltà, lasciando un notevole segno nella storia. Gli Zapotechi credevano di discendere dalle sabbie e dalle rocce tra gli altri elementi della natura. Si chiamavano la biniza, che significa “popolo del cielo”. Pensavano di essere figli degli stessi dei, e questo li collocava in una posizione particolare all’interno della società del tempo. Oggi esistono ancora in Messico, soprattutto a Oaxaca, essendo una civiltà che conta circa 800.000 persone.

Le origini dello Zapotec

Poco si sa sulle origini dello Zapotec, anche se molti storici concordano nel ritenere che le prove della loro esistenza possano essere fatte risalire a più di 3.000 anni fa. Si ritiene che i primi zapotechi arrivarono nella Valle di Oaxaca intorno all’800 a.C. e scelsero questa regione perché è molto ricca di sostanze nutritive, il che la rende una zona fertile. Prima di arrivare in questa regione, tra il XV e il XIV secolo a.C., gli Zapotechi cominciarono a svilupparsi. Il loro primo centro fu San Jose Mogote. Molti anni dopo, tra il 500 a.C. e il 950 d.C., gli Zapotechi erano già una civiltà molto radicata a Oaxaca, la cui prova è che cresceva notevolmente in termini di popolazione, le sue città erano molto grandi ed erano diventate un punto di riferimento per altre culture. Il centro cerimoniale degli Zapotechi era il Monte Alban, costruito sulla cima di una collina.

È possibile sottolineare di questa evoluzione delle zapoteche che fino al 900 d.C. circa era una civiltà con un sistema politico teocratico. Pertanto, era governata da sacerdoti, tuttavia da quel momento il governo sarebbe stato preso dai capi guerrieri.

La dogana zapoteca

Le tradizioni degli Zapotechi erano molto particolari, anche se avevano anche coincidenze con altri popoli che si sviluppavano nello stesso periodo:

Il loro stile di vita

  • Erano sedentari, la loro attività principale era l’agricoltura.
  • Le zone agricole erano i loro luoghi preferiti in cui vivere.
  • Fedeli credenti, soprattutto del dio della pioggia, Cocijo, che spesso adoravano.
  • Essi svilupparono il culto dei morti, poiché adoravano i loro antenati.
  • Il loro centro religioso principale era a Mitla.
  • Hanno compiuto sacrifici umani come rituali.

Altri elementi della loro cultura

  • Gli Zapotechi avevano una dieta molto varia a base di fagioli, zucca, banane, aglio, cipolle, carne, pesce salato e, soprattutto, mais.
  • Le loro case avevano un cortile centrale circondato da piccole stanze.
  • I materiali da costruzione più comuni erano il fango e la pietra, che venivano uniti con una miscela di palma, paglia e legno.
  • Erano vestiti con pochi vestiti e sia l’uomo che la donna portavano il busto nudo. Gli uomini indossavano un perizoma e le donne una piccola gonna di stoffa. Avevano sempre i capelli sciolti ed erano scalzi.

Armi Zapotec

Considerando che erano ottimi cacciatori e pescatori, oltre ad essere esperti in agricoltura, gli zapotechi costruirono diversi strumenti che, in seguito, avrebbero usato anche per l’arte della guerra. Le pietre erano le loro armi principali, che scolpivano correttamente per renderle più affilate. Archi e lance sono arrivati un po’ più tardi, realizzati con materiali naturali erano armi letali in battaglia, ma anche molto utili per la caccia agli animali. I bastoni e i machete erano altre armi zapotetiche comunemente usate, mentre il fuoco serviva come elemento di protezione.

Caratteristiche della cultura zapoteca

Ci sono molti campi in cui gli zapotechi possono essere evidenziati, dalla politica alla scrittura questa civiltà ha avuto molta influenza sulle culture future che si sono insediate nelle regioni vicine.

Politica

A differenza di altre culture, il sistema politico degli zapotechi è cambiato nel tempo. Come nella maggior parte delle civiltà del tempo, la loro politica si basava su un sistema teocratico, dove i sacerdoti avevano il potere. Più tardi questo si è evoluto in una monarchia e ci sono stati anche momenti in cui i signori della guerra hanno governato la terra.

Economia

Gli Zapotechi avevano un sistema economico molto sviluppato, soprattutto perché erano agricoltori esperti, quindi producevano grandi raccolti durante tutto l’anno. Questo serviva loro per poter commerciare, aspetto in cui usavano anche i pezzi che cacciavano. Il baratto era la principale moneta della loro società in termini economici.

Credenze

Questa civiltà aveva la credenza fedele che uomini e bambini potessero diventare animali, che viene chiamata credenza nahualista.

Astronomia

Hanno passato molto del loro tempo a guardare le stelle, ed è per questo che erano così informati su di loro. Dalle loro osservazioni sono stati in grado di stabilire un record e una misurazione del tempo.

Scrivere

Gli zapotechi avevano una loro scrittura molto particolare, nota come logofonica. Questo si basava sulla rappresentazione di una sillaba singolarmente. Hanno anche usato l’epigrafia, poiché hanno usato i simboli come metodo di espressione.

Contributi degli Zapotechi alla società

La civiltà zapoteca ha lasciato in eredità un gran numero di elementi e molti di essi sono ancora oggi utilizzati. Uno dei principali contributi delle zapoteche è la sua tecnica di lavorazione dell’oro. Sapevano lavorare perfettamente con tutti i tipi di materiali ed erano anche esperti ceramisti. Hanno sviluppato modi di lavorare che sono ancora oggi utilizzati da esperti artigiani. Allo stesso modo, hanno promosso il sistema di irrigazione in considerazione delle sfide che hanno dovuto affrontare per aumentare le loro prestazioni in termini di agricoltura. Non appena hanno visto l’importanza di questa attività per la loro economia e i problemi che hanno dovuto affrontare, hanno pensato ad una soluzione in modo che le grandi colture che hanno raccolto ogni anno non fossero influenzate dall’acqua.

Il calendario diviso in 365 giorni è un’altra delle cose che si usano ancora oggi, naturalmente sulla base dei movimenti solari. E infine non possiamo dimenticare di commentare l’inclusione del mais nella dieta. A quel tempo il mais era l’alimento principale, poiché i grandi raccolti si basavano su questo prodotto, essendo una terra molto fertile per esso. Gli Zapotechi hanno fatto del consumo abituale del mais un elemento chiave della loro dieta e questo ha influenzato le altre culture dell’epoca. Oggi il mais è uno degli alimenti base del cibo messicano, e lo stesso accade in altre regioni vicine.

Lascia un commento