Cultura Wari – Una delle civiltà più all’avanguardia della storia

La cultura Wari deve il suo nome a quella che fu la grande città di questa civiltà, l’omonima capitale di questa grande cultura. Era il centro dell’Impero e si estendeva attraverso le montagne e la costa di quello che oggi è il Perù. Insieme agli Incas, conosciamo la loro cultura in questa pagina, è una delle due culture che sono considerate imperiali per il grande potere che detenevano nei loro rispettivi tempi. I guerrieri si sono sempre distinti per essere guerrieri importanti che hanno partecipato a numerosi combattimenti, risultando vittoriosi nella maggior parte di essi. Inoltre, spiccano i loro grandi centri cerimoniali e religiosi, uno dei più noti del Pachacamac.

Le origini della cultura Wari

I Waris sono anche conosciuti come la civiltà Huari e sono una delle più importanti culture andine della storia. Molti esperti la chiamano una civiltà aborigena nata intorno al VII secolo d.C., più precisamente intorno al 550. Secondo un gran numero di storici, la cultura Wari può essere suddivisa in diverse fasi dalla sua nascita alla sua scomparsa nel XIII secolo. E sebbene in esse si possano osservare importanti sviluppi, tutti hanno un aspetto in comune: la base di questa civiltà, che non era altro che rappresentazioni culturali e artistiche.

Grazie al loro carattere militare, i Wari hanno saputo espandere le loro tradizioni e la loro cultura in un gran numero di territori, raggiungendo quella che oggi è conosciuta come Lambayeque a nord, Moquegua a sud, e infine il dipartimento di Cuzco a est. Oggi, molte delle caratteristiche di questa civiltà sono ancora molto presenti in Perù, tenendo conto che ciò che più si distingueva da questa cultura era la sua organizzazione politica e sociale, così come l’arte, l’architettura e i progressi tecnologici.

Le usanze della civiltà Wari

La civiltà Wari è passata alla storia come una delle culture più sviluppate della regione peruviana, soprattutto perché conosceva molte tecniche e metodi totalmente innovativi per l’epoca, che le hanno permesso di crescere rapidamente. Cos’altro si sa del Waris?

  • La loro cultura era principalmente militare, così hanno conquistato molte terre e villaggi vicino alla loro capitale.
  • La struttura delle città si basava sul fatto di avere grandi edifici, la maggior parte dei quali realizzati in gesso bianco che li faceva brillare quando il sole splendeva.
  • Hanno fatto grandi opere idrauliche, come i canali, per migliorare le colture.
  • Erano interessati a coltivare la foglia di coca, il cotone e le piante allucinogene. Si sono concentrati anche sugli uccelli esotici e le scimmie.
  • La loro società era gerarchica, con una classe dirigente che era la nobiltà guerriera. Alla base c’erano i pastori e i contadini.
  • Credevano negli dei ed erano rappresentati in ceramica con caratteristiche zoomorfe e antropomorfe.
  • La loro cultura era strettamente legata a quella dei Tiahuanacos, che potete conoscere cliccando qui.
  • Abitavano in case a un piano, simmetriche e di forma rettangolare.
  • I poncho erano gli abiti più frequenti per le cerimonie con colori brillanti e ricami. Portavano anche cappelli, tutti di cotone.
  • La loro dieta comprendeva mais, patate, quinoa, alpaca o lama.

Caratteristiche della cultura Wari

Oggi possiamo evidenziare molte caratteristiche della cultura Wari che erano presenti in diversi settori di questa civiltà.

Economia

La base economica era l’agricoltura e l’allevamento, anche se a causa della guerra riuscirono ad ottenere grandi risorse. Non conoscevano la valuta e non avevano un mercato, quindi lo Stato era incaricato di distribuire le risorse.

Politica

La struttura politica dei guerrieri era molto complessa, poiché il potere amministrativo e religioso coesistevano ed entrambi governavano le popolazioni. Avevano una posizione dominante sia a livello nazionale che internazionale grazie alla loro grande espansione.

Arte

Fu molto influenzato dalla cultura di Tiahuanaco, cosa che si può vedere nei suoi oggetti di ceramica, che rappresentavano gli dei. La più importante rappresentazione artistica dei waris erano i monoliti, dove si possono vedere figure robuste che non portano armi o scettri. Questi monoliti sono basati su un piedistallo.

Metallurgia

I waris sapevano lavorare il rame, il bronzo e l’oro, utilizzando diverse tecniche come la laminazione, la forgiatura o la martellatura, tra le altre. Si ritiene che Conchopata ospitasse una grande officina metallurgica ai tempi del conflitto bellico, dove sono stati rinvenuti numerosi elementi in bronzo e oro.

Architettura

La città principale era Wari, essendo per questo motivo il luogo dove si trova un maggior numero di edifici. La grande maggioranza era fatta di pietra e di quartiere ed era strutturata a seconda della zona in cui si trovava (tenendo conto del numero di abitanti) e dell’importanza governativa che presentava.

Tessile

Per molti storici, gli arazzi guerrieri sono stati i più attraenti al mondo, in quanto hanno una grande bellezza. La maggior parte di essi sono stati realizzati con cotone e anche con lane provenienti da camelidi.

Ceramica

È una delle grandi arti della cultura Wari, essendo un aspetto molto caratteristico. Nelle ceramiche si potevano vedere figure biomorfe in cui erano inclusi elementi simbolici, che venivano aggiunti con l’aiuto di un pennello. Quelli che spiccano di più sono i disegni mitologici che rappresentavano figure con teste di felini.

Contributi della cultura Wari alla società

Tenendo conto che la cultura Wari è una delle più significative dell’Antico Perù, ci sono molte cose a cui possiamo fare riferimento, poiché molti aspetti di questa civiltà hanno lasciato una grande eredità nella storia. Senza andare oltre, uno dei contributi principali è stata la ceramica, simbolo e bandiera dei Wari. Qui hanno dato forma ad un’arte ancora oggi molto presente nella cultura peruviana. Allo stesso modo, i waris erano responsabili dell’espansione di diversi tessuti, poiché conoscevano tecniche perfettamente diverse per lavorare il cotone o la lana. Molti dei capi di oggi sono realizzati con questi materiali.

È importante anche sottolineare le loro sculture, mettendo in evidenza i monoliti, dove la figura umana era la più rappresentata, arte dove la pietra era usata principalmente e che era molto legata alla religione. Infine, in relazione a quanto detto sui tessuti, va detto che i waris sono stati una delle civiltà pioniere nella realizzazione di arazzi grazie ai loro tessuti ben fatti, resistenti e colorati, ai quali hanno aggiunto numerosi ricami e rappresentazioni per renderli più suggestivi.

Altre delle più importanti culture antiche del Perù sono la Moche, di cui potete leggere di più, la Nazca, di cui potete avere maggiori informazioni, e la Chavín, di cui potete apprendere in questo articolo.

Lascia un commento