Cultura Chavín – La civiltà che ha influenzato le grandi società precolombiane

La cultura di Chavín è tipica del Perù antico e viene chiamata così perché il suo più grande centro culturale si trovava a Chavín de Huántar, una regione vicino al fiume Marañón. Per molti storici questa cultura è stata un prima e un dopo nelle culture mesoamericane a causa della grande influenza religiosa e artistica che ha avuto su di loro e sulle loro fondamenta. Attualmente, Chavín de Huántar è considerato Patrimonio Culturale dell’Umanità, essendo un punto di riferimento per tutti i peruviani e per il resto del mondo.

Le origini della cultura Chavín

La civiltà Chavín cominciò a svilupparsi nelle Ande, situate nella parte settentrionale del Perù, intorno al 900 a.C. Il suo scopritore, Julio Tello, un famoso archeologo, disse che questa cultura era la matrice di molti, anche se i Chavín avevano la loro base nella cultura Caral, che si crede sia stata una delle grandi popolazioni andine.

Chavín de Huántar, centro culturale di questa civiltà, si trova nella zona del Conchucos, una regione di alta quota che si trova a più di 3.000 metri sul livello del mare. Ma non è solo qui che si è insediata questa cultura. I Chavines si estendono nella parte settentrionale delle Ande, così come nel sud. Grazie alla sua grande estensione, la cultura Chavín ha raggiunto numerosi punti andini, anche se si ritiene che le basi di questa cultura, le sue credenze e i suoi costumi, non si siano sviluppate allo stesso modo in tutte queste regioni. Gli esperti assicurano che questa civiltà è scomparsa intorno al 200 a.C.

Le usanze della civiltà Chavín

Essendo nota come orizzonte culturale, la civiltà Chavín si è distinta soprattutto per i suoi costumi all’interno di questo territorio e per l’uso di strumenti e materiali innovativi in quel periodo.

Tradizioni dei Chavines

  • Il naturalismo è stato alla base della sua arte, i temi principali sono gli animali, le piante e gli esseri umani.
  • Erano agricoltori esperti, le colture principali erano la zucca, il mais e le arachidi. Hanno lavorato anche con l’oca, la patata o la crema pasticcera.
  • Hanno usato le pietre preziose per creare ornamenti e oggetti accattivanti.
  • Erano specialisti nella lavorazione dei metalli, in particolare dell’oro, del rame e dell’argento.
  • Hanno usato ossa e legno per costruire armi.

Stile di vita dei Chavines

  • Mangiavano quello che coltivavano, aggiungendo alla loro dieta altri alimenti come verdure, quinoa o guaiava.
  • Hanno fatto i loro vestiti di seta. L’abbigliamento era molto suggestivo, con molti colori e ricami, evidenziando il colore bianco come elemento predominante.
  • Vivevano in case costruite con le pietre.

Caratteristiche della cultura Chavín

Nel corso della storia, molte culture si sono distinte, ma il Chavín è uno dei più importanti del Mesoamerica per le sue caratteristiche uniche:

Società e politica

La civiltà Chavín era una società totalmente gerarchica, con i sacerdoti in cima alla piramide come classe dirigente. Poi c’erano la nobiltà guerriera e infine il popolo, soprattutto vincitori e contadini. Il sistema di governo era teocratico, quindi il potere era detenuto dai sacerdoti, in quanto erano loro ad avere la maggiore conoscenza del tempo, del clima e dell’astronomia.

Economia

I Chavines hanno sostenuto la loro economia attraverso l’agricoltura e l’allevamento. Tra le colture spiccavano il mais e le patate, anche se lavoravano anche legumi, ortaggi e altri condimenti. Per quanto riguarda il bestiame, il prodotto principale era il lama e le cavie. Tutti questi prodotti sono stati utilizzati per il commercio, scambiando merci attraverso il baratto.

Tecnologia

I giovani hanno sviluppato tecniche tecnologiche molto avanzate per il loro tempo. Hanno iniziato con l’uso dei canali e dell’aratro in piedi chiamato chaquitaclla, che ha aumentato la produttività delle loro colture. Hanno anche costruito quelle che sarebbero state le prime piattaforme.

Oreficeria

Questa popolazione era esperta in oreficeria perché conosceva la tecnica di modellatura con il martello. Lo usavano per fare tutti i tipi di ornamenti per le persone, come braccialetti, collane o orecchini, tra le altre cose. Hanno usato principalmente l’oro.

Ceramica

Per molti esperti, le ceramiche di Chavín sono state spettacolari. Di un solo colore, raramente sono state aggiunte altre tonalità, come il rosso o il nero per renderlo più appariscente. Sono state rappresentate sia figure zoomorfe che antropomorfe.

Scultura

La stragrande maggioranza delle sculture realizzate nella cultura Chavín erano realizzate in pietra, il loro materiale principale. Di solito erano legati alla religione, i più comuni erano le teste, le stele e i monoliti.

Architettura

La caratteristica architettonica principale di Chavín era che le strutture erano a forma di U. I Chavín costruivano grandi monumenti come le piramidi o diversi tipi di piattaforme. Realizzavano anche quadrati rettangolari e pozzi circolari. Hanno usato pietra, adobe e fango.

Tessile

Le chavines si sono sviluppate anche nel campo tessile creando capi in cui il cotone e la lana erano i materiali più utilizzati. Realizzavano anche arazzi, la maggior parte dei quali erano decorati con nappine e frange, oltre ad altri ricami.

Religione

La civiltà Chavín era politeistica e dedicata principalmente al culto di molti dei, la maggior parte dei quali terrificanti. Le sculture religiose rappresentano esseri soprannaturali dai tratti felini. Avevano anche un gran numero di centri cerimoniali.

Contributi della cultura Chavín alla società

Tra i molti contributi che possono essere evidenziati dalla cultura Chavín, uno dei più importanti è la loro padronanza dei materiali da costruzione. In questo caso dobbiamo fare particolare riferimento alla pietra, che è stata utilizzata per creare numerosi edifici e sculture. Oltre all’uso della pietra, le Chavines sono state la base di informazioni sulla creazione di altre arti e tecniche, come la ceramica e la pittura. Le rappresentazioni culturali sono state la principale eredità lasciata da questa cultura nella società, metodi che ancora oggi vengono utilizzati per la fabbricazione di numerosi elementi e costruzioni.

Allo stesso modo, l’invenzione delle piattaforme e l’uso dei canali di coltivazione sono ancora molto presenti nella società odierna, tutte creazioni di questa cultura che è passata alla storia. Non possiamo dimenticare i suoi contributi alla metallurgia, un aspetto in cui questa cultura è venuta a lavorare spesso con il rame sotto una serie di tecniche che sono state riutilizzate con il passare del tempo.

Questa popolazione è una delle più antiche e conosciute del Perù, come anche i Wari, i Taihuanaco, i Moche, gli Inca e i Nazca.

Lascia un commento